Davide Aresi

Sabato, 11 Giugno 2016 09:03

La mia prima volta con una Tedesca!

Nuova sfida lanciatami dai ragazzi di South Garage Motor Co. che mi hanno coinvolto, in tempi record, nella finizione della loro ultima special.

Potevo tirarmi indietro davanti ad una nuova sfida? Certo che no!

Questa BMW R75/7 rivede e fonde i concetti di custom/cafè racer/bobber in chiave eclettica mantenendone però la grande eleganza.

Davvero apprezzabile il lavoro di ricerca e ideazione di Giuseppe, patron di South Garage.

Personalmente ho operato sul parafango posteriore dove ho applicato un inserto centrale in palissandro santos.
La sella è interamente placcata con una lastra unica mentre i fianchetti serbatoio sono stati realizzati partendo da una prima dima in vetroresina preparata dallo staff South Garage.

Con l'aiuto di quel campione ho prodotto un vero e proprio stampo che segue le linee del serbatoio, successivamente ho ricostruito i nuovi fianchetti anch'essi in palissandro santos.

Che ne pensate?

La copertina e l'articolo sono di Chop and Roll n° 26.

 

 

Venerdì, 03 Giugno 2016 11:42

Ebanisteria Kustom

E anche questa è andata!

Un altro Kustom-Maniac si è rivolto a me per donare un tocco particolare alla sua special, in questo caso una HD Cross Bones.

L'amico Alberto Riciklustom ha costruito home made il sottosella in vetroresina per il suo ferro, io mi sono "limitato" ad effettuare un lavoro di ebanisteria in ebano macassar.

La finitura è naturale ma opaca (a cura del mitico Accia Skar), che ne dici? non male direi!

 

Prosegue lo stage formativo in azienda dell'allieva @lisamorgano dell'istituto @scuolafantonibg .

Mio padre Mario Aresi, controfirma soddisfatto la tavola disegnata dalla studentessa.

In questi giorni Lisa riproduce con diverse tecniche mobili di nostro concetto e produzione.

Condividiamo pienamente l'intento dell' Istituto Fantoni di coinvolgere in modo attivo gli studenti nel mondo del lavoro reale.

Giovedì, 12 Maggio 2016 06:37

A Bergamo sta succedendo qualcosa!

Sta succedendo qualcosa di grosso a Bergamo, ve lo assicuro!

Ti stai chiedendo cosa? Segui questo link, scoprirai il percorso che ha portato me ed i miei colleghi del Gruppo Giovani Artigiani a creare qualcosa di unico per la nostra stupenda Bergamo!

Tutte le emozioni di questa grande sfida vinta grazie a mani, teste ma soprattutto cuori, sono raccontate nel blog del Gruppo Giovani!

 

In qeste settimane, come azienda Mario Aresi Mobili in Stile, stiamo portando avanti un altro progetto, a parer nostro molto interessante e dall'alto valore culturale.

La Scuola d'Arte Applicata Andrea Fantoni di Bergamo ci ha contattato per chiedere la nostra disponibilità ad ospitare e formare un allievo per un tirocinio curricolare.

Superato il primo momento di stupore abbiamo aderito di buon grado in quanto crediamo fortemente che l'approccio pratico legato agli aspetti teorici sia la combinazione vincente per far si che un giovane si avvicini con una predisposizione migliore al mondo del lavoro.

Come già ribadito in altri post siamo convinti che il tramandare e divulgare un mestiere artigiano sia vera e propria Cultura, quindi non possiamo far altro che sposare l'idea dell'Istituto Fantoni e continuare di buon grado questa iniziativa.

Nello specifico, la studentessa che ci è stata affidata e che ha fatto richiesta espressa di venire nel nostro laboratorio, ha una formazione tecnica come "Operatore del Legno e dell'Arredamento-Addetto al Disegno d'Arredo".

Lisa ha studitato gli stili classici e disegna manualmente con diverse prospettive e ha i fondamentali del disegno tecnico informatico.

Siamo già entrati nel vivo di questo programma e la nostra Lisa M. divide il suo tirocinio tra l'apprendimento della tecnica dell'intarsio e il disegno di mobili d'arte usando come riferimento parte della nostra modellistica.

Il Futuro è Giovane ed Artigiano! Seguiteci in questo percorso!

In fotografia la studentessa Lisa M. con alcuni intarsi da lei ombreggiati ed assemblati (e che anche lei sia fan Harley Davidson è una coincidenza!).

Lunedì, 02 Maggio 2016 07:23

choppergarage.it è on line!

Partito il mio nuovo progetto Chopper Garage Italia, è on line il sito www.choppergarage.it con la linea completa di accessori per motociclette in fusione di ottone ed alluminio. Parte così una nuova avventura lavorativa legata alla mia passione per le motociclette. Conobbi l'amico Piotr Marszewski a Sturgis nel 2011 all'epoca dell'avventura Union con l'amico di sempre Samu patron di Abnormalcycles.

Già al tempo ebbila possibilità di tastare i suoi prodotti con mano non potendo fare altro che confermare la qualità di questi manufatti.

Nel corso di questi anni siamo sempre rimasti in contatto, virtuale ma anche fisico incontrandoci quando possibile in alcuni eventi in Europa.

Condividendo la stessa passione per il Kustom in ogni sua forma e apprezzando l'uno il lavoro dell'altro, tra una chiacchera ed una birretta abbiamo cominciato a collaborare in maniera pià stretta.

Ed eccoci qua! Ora è on line il sito in italiano (a breve sarà disponibile anche la versione inglese!) con il catalogo completo e a breve sarà disponibile anche la piattaforma e-commerce.

Ed ora sotto con il R'n'R!

Chopper Garage Vintage Special Parts: artigianalità di livello per motociclette di carattere! Buona navigazione!

Mercoledì, 30 Marzo 2016 16:23

un nuovo amico con una grande passione!

Mi fa sempre uno strano effetto ricevere un regalo. Non che sia un orso ma rimango sempre un po' così.

Beninteso, mi fa piacere specie quando viene davvero dal cuore. Come in questo caso dove ancora una volta mi sono reso conto che per assaporare le cose belle della vita bisogna scrollarsi un po' di anni di dosso e sorridere di più.

Succede che per una serie di motivi che tralascio appositamente, mia madre in questi giorni conosca una arzilla signora, nonna di un bacarospo di anni 6.

E si sa, tra mamme/nonne spesso succeche che prima o poi si finisca di parlare di figli e nipoti. Ed è successo anche in questo caso.

Salta fuori che il 6enne di nome Alex ha grande passione per le motociclette, ma non moto normali: moto speciali! Le Harley!

E allora mia madre giù che gli racconta di moto, di sidecar, di pezzi di moto in giro per casa, di qualche harley speciale realizzata con qualche amico tutto con le sue parole e le sue interpretazioni...

ed il piccolo che chiede e chiede tra lo stupore ed il divertimento di madre e di sua nonna che vedono negli occhi del piccolo teppistello un ardore sano, una passione che sta crescendo sempre di più, quella sana e fresca voglia di moto!

E figuriamoci che sta già mettendo da parte i soldini delle mancie per la sua futura moto! Che tipo!!

Quando trovi qualcuno così innamorato della tua stessa passione non puoi far altro che condividerla, o no?

Così gli ho regalato qualche Freeway e Low Ride d'annata ed un poster autografato (si lo ammetto, me la sono tirata un po'!ahahah) di Elvis III.

Mi è tornato alla memoria quando qualcun altro fece la stessa cosa con me. Cacchio, mi sa che sto diventando grande davvero 'sto giro.

Mi è stato riferito che è impazzito di gioia. Mi piace immaginarlo mentre sfoglia avido le stesse pagine che a suo tempo divorai anch'io.

E lui? senza nulla chiedere mi ha donato questo bellissimo disegno, un chopper. Perchè lui è un tipo da chopper ed è quasi certo che lo sia anch'io!

Ha azzeccato in pieno! E osservate il dettaglio, specchietto a croce di malta! Che bullo!

Che ci crediate o no questo è uno dei regali più belli che abbia mai ricevuto.

Grazie piccolo Alex, ancora qualche anno e poi magari ti incrocerò in sella al tuo Ferro.

Resta puro e genuino e non aver paura di inseguire i tuoi sogni. Se poi lo farai a cavallo di una moto, sarà ancora più bello.

Giovedì, 24 Marzo 2016 14:32

#BottegheDigitali altro giro altra corsa!

Wow, #botteghedigitali dovrebbe avere un sottotitolo tipo “The Program”!

E’ davvero un ciclo intensivo, il ritmo è costante ed avvincente.

Appena ripresi dall’incontro Zago/Schiavo Vs Aresi’s Team ma ancora stimolati per l’apprendimento e l’applicazione in concreto del Lean Canvas, arriva la conference mail con il coach Nicola Zago che ci introduce un nuovo membro della squadra di specialisti che ci stanno supportando in questa esperienza: il dr. Fausto Salvador, fiscalista e tributarista.

Ahia, ho subito pensato. Ora dal “divertimento creativo” a cui sono abituato e che ho anche sperimentato con il coach Nicola Zago & Co. passiamo alle cose serie o note dolenti, dipende dal punto di vista.

Dopo alcune mail formali intraprendo subito una chiaccherata al telefono con Fausto che con il suo piglio cordiale ma deciso mi mette subito a mio agio. Affrontare il discorso “numeri” con un Artigiano non è mai cosa semplice, il mio commercialista di fiducia ne sa qualcosa. Troppe volte si pensa alla produzione, al creare qualcosa di nuovo e a soddisfare o stupire la propria clientela ma non dobbiamo tralasciare la parte contabile. D’altronde anche mio padre lo ripete da sempre, i 4 conti della serva servono sempre e cominciano a darti un segnale se ciò che stai facendo viene fatto nel modo giusto!

Una cosa ci accomuna e ci fa entrare subito in sintonia, appena arrivato nel nostro studio-laboratorio, il dr. Salvador ci confida che proviene da una famiglia che aveva una impresa che produceva mobili. Ricorda con affetto quando da giovane si aggirava nei laboratori apprendendo il mestiere. E’ sempre positivo quando si intraprende un nuovo rapporto stabilire un punto di contatto, si emotivo ma anche pratico, si parla la stessa lingua.

Nel frattempo ho svolto i compiti ed ho preparato i bilanci degli ultimi 3 anni, dettagli di magazzino, dettagli di vendite per articolo/cliente, schede prodotto, una piccola previsione per l’anno in corso etc. Insomma, mi son fatto trovare pronto. Nel corso degli anni ho imparato sulla mia pelle che bisogna tenere monitorato tutto, non solo il fatturato o i principali costi ma anche le sfumature. Piccolo laboratorio o grande azienda che sia.

Segno un punto quando Fausto dopo aver letteralmente divorato i dati mi comunica che abbiamo un buon valore di EBTDA ma incasso al volo un colpo quando con un’osservazione diretta sul volume (che se non adeguato) mi fa notare senza mezzi termini che si perde una buona parte di profitto.

 Ahia, in 20 minuti mi ha riproposto il quadro che anche il nostro ragioniere puntualmente mi ripresenta. Qua c’è da lavorare per correggere il tiro!

Dopo aver parlato di numeri, clienti etc ci siamo inoltre focalizzati sulla chiusura del passaggio generazionale che sto vivendo. E’ davvero giunta l’ora.

Ragazzi, #BottegheDigitali non scherza affatto!

Lunedì, 14 Marzo 2016 12:56

il 1° lancio non si scorda mai!

14/03/2000 - 14/06/2016


16 anni fa effettuavo il 1° lancio durante il servizio di leva prestato al Ce.A.Par. di Pisa, il Centro Addestramento Paracadutisti dell'Esercito Italiano.

Ricordo ancora l'emozione, la dura preparazione del Corso Palestra, le corse infinite, il pollaio, le pompate... lo spirito di cameratismo con i fratellini di corso ma soprattutto il rispetto e la fiducia che si deve sempre avere per tuo Fratello che in aereo, mentre ti avvicini alla porta, ha l'ultimo comito di controllare il tuo paracadute come tu devi fare con il fratello che ti sta davanti!

Luce rossa e poi un grido: "ALLA PORTA"...avanzi lentamente, luce verde e poi il salto!

Il frastuono dei motori del C130, il salto nel vuoto, quella frazione di secondo (1001 1002 1003 1004 1005) lunga una Vita in cui pensi a tutto e nulla...ad un tratto la fune di vincolo strappa la vela e ti ritrovi a librare nell'aria...un urlo di gioia e poi silenzio...

500 mt di altitudine possono essere tanti o pochissimi..in un attimo ti ritrovi a terra, esegui la corretta procedura che ancora oggi ricordo, raccogli la vela e via di corsa al punto di raccolta con una scarica di adrenalina nel corpo che mai nessun'altra cosa al mondo potrà regalarti!
Che esperienza...


Come ci ricordò il ns Ten. Col. Emilio Ratti non si è migliori perchè si è Paracadutisti ma si è Paracadutisti perchè si è i migliori!

FOLGORE sempre nel cuore!

Lunedì, 29 Febbraio 2016 12:12

Giovani Artigiani, ArtiLab e Motociclette!

Prosegue il progetto ArtiLab promosso dal Gruppo Giovani Imprenditori di BG volto a riqulificare il territorio di nella zona di Borgo Palazzo con l'intento di riavvicinare il cittadino alla figura dell'artigiano di bottega e alla Cultura che gli artigiani mettono in circolazione quotidianamente.

Tra le varie nuove proposte segnalo un nuovo corso,nato da un mio suggerimento , "Meccanicando:conosci il tuo motore".

Le lezioni, tenute dal caro amico Daniele Cremonesi di Emporium Motorcycles, noto customizer bergamasco, sono rivolte per lo più ad adolescenti che intendono avvicinarsi al mondo delle motociclette, al funzionamento del suo motore e perchè no anche alla figura del meccanico preparatore. L'idea nasce dalla voglia di avvicinare i più giovani a questo mondo particolare che, se ricco di prospettive da un lato è povero nei numeri di acquisto di ciclomotori e motociclette da parte del pubblico più giovane. E' si, le nuove generazioni hanno un concetto di indipendenza e libertà diverso dalla mia o dalle precedenti...A differenza mia e della mia vasta cerchia di amici che tanto sognavamo il primo 50ino per allargare i nostri orizzonti, i giovani di oggi (basta sfogliare un magazine dedicato, da Riders a Motociclismo per trovare i dati) preferiscono di gran lunga smartphone&Co. Non che sia sbagliato ma volete mettere una corsa in motorino/moto e qualche "lavoretto" al carburatore, alla marmitta fatto insieme a qualche amico fidato in confroto con una chattata virtuale?

Bhe, noi ci crediamo e vi invitiamo a partecipare a Meccanicando!

Tutte le info qui!

 

 

Pagina 8 di 12

...Libera la fantasia...

Cerchi qualcosa di speciale per arredare i tuoi ambienti? 

Hai un’idea particolare ma non sai come fare? Contattami, ti aiuterò a sviluppare il tuo progetto!

conttatami